www.esperienze.it

PREMIO LETTERARIO
Città di Fossano
Antologia di racconti vincitori del 2° Premio letterario
"Esperienze in giallo"
edizione 1999

argomento

Si tratta di un racconto giallo per adulti. Due ragazze si trovano a trascorrere una vacanza di una settimana in una sperduta isola tropicale, nel mese di novembre. La compagnia è eterogenea e quella che sembrava all’inizio una piacevole ed esotica avventura si trasforma quasi subito in un incubo col morto…

il giudizio della Giuria

"….Un racconto brillante nei dialoghi, nell’ambientazione e nella soluzione dell’enigma, fra continui colpi di scena sullo sfondo luminoso dei mari tropicali"

comincia così…

 

Domenica

La South Star solcava placida le acque incredibilmente azzurre dell'oceano. 

UNA VACANZA NEL MESE DEI MORTI

Da pag.25 a pag.86

Data di pubblicazione dicembre 1999

Casa Editrice ESPERIENZE
Fossano

Le due ragazze, sul ponte, guardavano assorte la scia tracciata dalla piccola nave.
La loro aria cittadina stonava con l'insieme esotico. Una, bruna e con gli occhi scuri, indossava un paio di pantaloni di tela nera e un'ampia camicia color nocciola; pareva avesse scelto apposta i colori meno adatti alla sfumatura pallida della carnagione. L’altra, con larghi calzoncini che arrivavano sopra il ginocchio e una maglietta azzurra, era meno bella dell'amica, ma attraeva maggiormente per l'espressione serena e vivace.
Alcuni compagni di viaggio si erano invece già calati nell'atmosfera di falso primitivismo descritta dal lucido depliant della "Viaggi di Sogno" che, mediante l'iscrizione al Club "Ritorno alla Natura", prometteva una settimana indimenticabile nel paradiso di un'isola deserta.
La signora Ricciardi, una quarantenne dalla faccia di pechinese e dalla figura di maggiorata fisica degli anni cinquanta, fasciata da una vertiginosa minigonna, non la finiva più di additare con festosi gridolini le calette e i profili bizzarri degli scogli arrossati dal sole al tramonto. Suo marito, le cui corte gambe pelose spuntavano da un paio di bermuda a fiori, rinforzava con soddisfatti: - Che ti avevo detto?
Da una sedia a sdraio Sofia guardava, attraverso le ciglia socchiuse sua figlia Teresa, rammaricandosi ancora una volta della sua goffaggine di quindicenne mal costruita: "Tutta suo padre" non poté fare a meno di pensare con un senso di fastidio.

 

Se vuoi scrivermi "clicca" sulla chiocciola