L'ultimo libro


giugno 2017

 

Ogni scrittore, credo, vorrebbe pubblicare una biografia avventurosa, piena di colpi di scena, avere fatto mille mestieri, girato il mondo… Invece, nel mio caso debbo accontentarmi di descrivere una storia molto semplice: ho passato la mia vita con i bambini e i ragazzi, sia in famiglia che per lavoro e continuo ad occuparmi dei bambini e dei ragazzi, anche ora che non lavoro più, scrivendo libri per loro.

Forse la vita di uno scrittore si comprende leggendo i suoi libri. Per questo rimando la mia biografia alla mia bibliografia, da cui forse si potrà capire che sono nata a Firenze molti anni fa e vivo nella campagna Toscana per l’ambientazione di certe mie pagine; che sono appassionata di storia per le molte vicende ambientate in tempi lontani da me raccontate; che ho come punto di riferimento la Convenzione dei diritti dell’Infanzia e come valori la pace, la conoscenza dell’altro, l’intercultura, l’educazione alla legalità e alla democrazia.

Per un percorso letterario fatto di pacata continuità, opportunamente parsimoniosa in quantità e costante in qualità; per saper proporre narrazioni intense e schiette, premiate dall’affezione sincera dei giovani lettori e sostanziate da competenza storica e passione civile; per la costante attenzione alle storie al femminile e ai punti di vista meno frequentati dalla grande Storia.

Articoli pubblicati sul "Premio Andersen come miglior scrittore 2015"

Rivista

Intervista

 

Se vuoi scrivermi "clicca" sulla chiocciola